36 ore a Bologna

Il New York Times dedica a Bologna un articolo e dà ottimi consigli sul come passare 36 ore a Bologna.

Vibrante ed indipendente, Bologna viene proposta come una valida alternativa alle città turistiche più conosciute, come Roma e Firenze, un luogo dove trascorrere un fine settimana tra storia, arte e gusto.

NYT: Bologna in 36 ore

Si parte il venerdì, tra i 666 archi che portano fino al santuario della Madonna di San Luca. Dopo la mattinata di trekking, il pomeriggio è dedicato all’architettura, con una visita al quartiere Saragozza. A cena i protagonisti sono i tortellini in brodo, uno dei piatti simbolo della tradizione emiliana.

La giornata di sabato inizia all’insegna del gusto, tra negozi di prodotti tipici e antiche osterie. Nel pomeriggio, spazio allo shopping tra le vetrine di via Oberdan e tappa per un aperitivo nei wine-bar frequentati dagli universitari.

La domenica sarà dedicata all’arte con le visite ai luoghi simbolo della città, tra cui Piazza Maggiore, Palazzo D’Accursio, la Basilica di Santo Stefano.

VIBRANT, independent and home to one of Europe’s oldest universities, Bologna is a dynamic counterpoint to more popular, touristy cities like Rome  and Florence…