Fico Eataly World

Discovering Fico Eataly World: presentazione ufficiale a Bologna

Il team di Go Local e Visiting Bologna sono stati invitati alla presetnazione ufficiale di FICO EATALY WORLD, lo scorso 12 dicembre 2016.

Nella bellissima cornice dell’Aula Magna Santa Lucia dell’ Università di Bologna abbiamo incontrato i creatori di questo grandioso progetto.

Con la conduzione di Patrizio Roversi,sono saliti sul palco i rappresentanti delle istituzioni (il Rettore dell’Alma Mater Francesco Ubertini, il sindaco di Bologna Virginio Merola, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il direttore generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Esteri, Vincenzo De Luca) e coloro che stanno realizzando il Parco: il fondatore di Eataly, Oscar Farinetti, il presidente della Fondazione FICO e del Caab Andrea Segrè, il direttore generale del Caab Alessandro Bonfiglioli, l’amministratore delegato di FICO Eataly World, Tiziana Primori, ed il direttore generale di Prelios Sgr, Andrea Cornetti.

Direttamente dagli States è arrivato anche il direttore del MIT Senseable City Lab di Boston e di Carlo Ratti Associati, Carlo Ratti: il celebre ”architetto del futuro”, tra i protagonisti di Expo Milano, che a FICO sta curando gli spazi immersivi dove sperimentare le coltivazioni di domani attraverso la realtà aumentata.

Ma cos’è FICO: Fabbrica Italiana Contadina: http://eatalyworld.it/en#il-progetto

Fabbrica Italiana Contadina (FICO) Eataly World è un parco del cibo che sta sorgendo a Bologna e che, dalla seconda metà del 2017, racchiuderà in un luogo unico la biodiversità del cibo italiano, dal campo fino alla forchetta. Presentato ad Expo nell’ottobre scorso, FICO è stato definito dal ministro delle Politiche agricole ed alimentari Maurizio Martina “uno di principali eredi dell’esposizione universale di Milano”.
A Eataly World troveranno posto, su una superficie di circa 80 mila metri quadrati, un ettaro di campi e allevamenti dimostrativi, quasi altrettanti di mercato e botteghe, 40 laboratori di trasformazione, 25 ristoranti, circa 10 aule per la didattica e la formazione e 4 mila metri quadrati di padiglioni per eventi, iniziative culturali e didattiche legate al cibo.

Il parco sarà la struttura di riferimento per la divulgazione e la conoscenza dell’immenso patrimonio enogastronomico dell’Italia e la sua valorizzazione internazionale, e punta ad attrarre 6 milioni di visitatori l’anno da tutto il mondo.
La Fabbrica Italiana Contadina è realizzata sull’area del CAAB, il mercato ortofrutticolo bolognese, con i criteri della sostenibilità: si tratta non di una edificazione ma di una riconversione senza consumo di suolo; la struttura sarà alimentata dal più grande impianto fotovoltaico su tetto d’Europa, realizzato dal CAAB sull’area mercatale.

Qua trovate il comunicato stampa: FICOcompanyProfile (1)

 

Noi crediamo molto a questo progetto e vi terremo informati.

 

Camilla

Lascia un Commento